Ain’t she sweet?

(John)

Anlässlich des Tages der Frau am gestrigen 8. März haben John und Sandro das wohl bekannteste Frauenbildnis „picassoisiert„!
In occasione della giornata della donna di ieri, John e Sandro hanno „picassoizzato“ il ritratto di donna forse piú famoso del mondo.

(Sandro)

Picasso verehrte Velasquez und hat unter anderem dessen Bild „Las Meninas“ in mehreren eigenen Versionen nachgemalt.
Picasso adorava Velasquez e ha dipinto piú versioni del suo quadro „Las Meninas„.


(Sandro)

Lächelt sie nicht auch sehr geheimnisvoll, die neue Mona Lisa?
Riuscite a vedere come la nuova Mona Lisa abbia comunque mantenuto il suo tipico sorriso?😉


12 Antworten zu Ain’t she sweet?

  1. Laura sagt:

    Davvero geniale! I tuoi ragazzi sono dei veri artisti. Complimenti!

  2. Micha sagt:

    Das Lächeln haben beide wirklich sehr gut gemalt!!!

  3. simona sagt:

    bravissimi questi artisti!

  4. Mia cara fai i più vivi e sinceri complimenti ai tuoi ragazzi. Bravissimi!

  5. Palmy sagt:

    C’è un metodo per interpretare picassizzando? O per reinterpretare le opere d’arte come in questo caso? Potresti darmi dei suggerimenti?

    • Sybille sagt:

      Non so se ci sono altri metodi, ti posso dire come procediamo noi: abbiamo semplicemente guardato l’originale di Velasquez e poi come é stato interpretato da Picasso, e poi i ragazzi hanno seguito il loro „istinto“ nel riprodurre uno stile che „ricordi“ Picasso (colori, prospettive, contorni). Per non cadere nella trappola di „copiare“ troppo lo stile, prima di iniziare con il dipinto ho di nuovo chiuso e tolto il libro di Picasso, personalmente ci tengo molto all’espressione artistica „autentica“ anche quando si „interpreta“ un artista o uno stile.

  6. sara sagt:

    ma che meraviglia!
    io mi chiamo sara e sono capitata qualche mese fa sul tuo blog. e‘ interessantissimo davvero, ma sopratutto mi scalda il cuor vedere con quanta passione e quanto amore ti dedichi ai tuoi figli, afinche‘ possano davvero apprendere.
    qualche giorno fa sono stata ad un convengno sul lavoro di gruppo( sono una educatrice :)) e ho sentito un intervento in cui si parlava del lavoro di gruppo maieutico, cioe‘ nello stimolare l’apprendimento non attravero lezioni frontali ma attraverso la libera sperimentazione e curiosita‘ dei bambini.
    li per li nn ci ho pensato subito , ma dopo mi sono venute in mente tante delle attivita‘ che tu proproni ai tuoi figli!
    allora ho pnsato che benche‘ sia difficle applicarlo sempre nella scuola italiana, qualche possibilita‘ c’e‘!

    sara

    • Sybille sagt:

      Ciao Sara, grazie del tuo bel commento! Anch’io sono convinta che tutto é migliorabile, anche se non sempre é facile e spesso i limiti sono davvero rigidi, ma un po‘ alla volta… E tutti abbiamo bisogno di conoscere nuovi metodi e di ascoltare altre esperienze.

  7. Jimmie sagt:

    Fabulous! I adore these cubist reproductions!

  8. Elisa Stocco sagt:

    Ma i tuoi bambini sono dei veri artisti!!!
    Quanto adoro il tedesco, l’ho studiato per 8 anni, ma poi non l’ho più parlato; ora mi rimane tanta grammatica e pochissimi vocaboli…magari leggendo il tuo blog bilingue lo rispolvero.

Schreibe einen Kommentar

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s

%d Bloggern gefällt das: