Eignungsprüfung 3/4 und 4/4

Endlich ist es geschafft, und ich erzähle es gleich: Sandro hat die Eignungsprüfung bestanden.  Ab jetzt ist er also offiziell ein „Schüler der Kategorie Mittelschule“.😉
Heute war er ziemlich aufgeregt, da er im Fach Italienisch eher Schwierigkeiten hat und sich vor dieser Prüfung etwas fürchtete. Nach dem schriftlichen Teil fand die mündliche Prüfung in allen Fächern statt. Die Lehrpersonen teilten ihm bei dieser Gelegenheit die Bewertungen für seine schriftlichen Arbeiten mit: 6 (genügend) in Italienisch, 7 (zufriedenstellend) in Mathematik, 8 (gut) jeweils in Deutsch und Englisch. Die Bestätigung dafür erhalten wir erst mit der Zusendung des Zeugnisses in einigen Wochen. Es ist schon merkwürdig für uns, plötzlich mit Noten konfrontiert zu sein, irgendwie lustig! Bei Johns Eignungsprüfung letztes Jahr hatte es dagegen keine Einzelbewertungen gegeben sondern nur das Gesamturteil „Bestanden“.
Sandros nächste Eignungsprüfung findet erst in zwei Jahren statt, falls sich das Gesetz nicht ändert.
In etwa zwei Wochen wird hingegen Johns Stunde schlagen – die Mittelschul-Abschlussprüfung. Es bleibt also spannend…

Finalmente é andata, e ve lo dico subito: Sandro é risultato idoneo e ha passato l‘esame. Da oggi dunque é ufficialmente un „alunno di categoria scuola media“.🙂
Oggi era particolarmente emozionato, anche perché la materia italiano é quella dove ha piú difficoltá. Dopo la prova scritta in italiano c’é stata la prova orale in tutte le materie. In quell’occasione gli insegnanti gli hanno comunicato i voti per i lavori scritti: 6 in italiano, 7 in matematica, 8 in tedesco e inglese. La conferma ci arriverá con una specie di pagella nelle prossime settimane. Che strano (per noi) vederci confrontati con dei voti, in un certo senso é anche divertente!
L’esame che aveva fatto John l’anno scorso invece non dava risultati in voti, ma solo la conclusione „idoneo“. Il prossimo esame di idoneitá di Sandro sará fra due anni (sempre che non cambia la legge).
Invece fra circa due settimane sará il momento di John per l’esame di terza media. Insomma, non rilassiamoci troppo…

34 Antworten zu Eignungsprüfung 3/4 und 4/4

  1. Mamma C sagt:

    ohhhhh, che bella notizia!!! bravo!!! super!!! :)))

  2. Sarah Fontó sagt:

    Un grande abbriaccio !!!

    E complimente ( :

    Loro ti ha dato un copia della esame dopo o tu non pou vedere cosa hanno chiesto ?

    • Sybille sagt:

      A dire il vero non ci é nemmeno venuto in mente di chiedere di vedere i lavori di esame. Per noi era solo importante abbracciare Sandro all’uscita dall’aula. Gli insegnanti hanno detto che se volevamo parlare con loro avremmo potuto chiedere un’appuntamento la settimana prossima, io ho detto che non era necessario. Come, credo, si sa, abbiamo fatto l’esame perché previsto dalla legge e non perché siamo interessati a una valutazione esterna. In fondo ci hanno confermato che con quello che sul livello di apprendimento scrivevo nei rapporti a gennaio e giugno, era corretto (tipo: bene in inglese, difficoltá in italiano, qualche piccolo problema nella grammatica tedesca sulle maiuscole ecc.). E, sí, hanno detto che era tanto bravo a disegnare…🙂
      Credo che ogni commissione d’esame lavori in modo differente. Anche qui c’é stata la differenza con l’esame di John dell’anno scorso dove subito dopo l’ultimo test orale abbiamo avuto un colloquio con la commissione (comunque la stessa cosa, ci hanno confermato quello che giá sapevamo).
      Adesso faccio tantissimi auguri di buona preparazione e buon esame a voi!!

      • Sarah Fontó sagt:

        Ho chiesto solamente per sapere se forse possibile. Non mi piace il mancanza di trasparenza di non avere il diritto di vedere cos’era chiesta (è come), com’era il risposta, come è stato giudicato è meglio ancora avere il possibilità di vedere se cera un uniformità in come il voti sono stata dati.
        Per tre anni io era un irritazione constante per la scuola, prima di fare home education, non sono la persone più popolare del mondo li. Non voglio che questa influenzare come venga giudicato Son of Thor.

        Senza trasparenza, non che il necessità di giustificare la valutazione è diventa fin troppo facile di lasciare sentimenti avere un impatto, conscio o subconscio.

      • Sybille sagt:

        Ti capisco. Secondo me sí che é possibile vedere i lavori di esame. All’esame di John appunto ci hanno fatto vedere i suoi test e il suo tema durante il colloquio, senza problemi (anzi hanno chiesto loro se volevamo dare un’occhiata). Forse, se il clima non é buono, ti conviene cambiare scuola di riferimento.

  3. mammalisa sagt:

    Che bello! Congratulazioni a Sandro, e che soddisfazione deve essere; anche se tutto il vostro studio non è impostato sulla gratificazione finale, credo che avere una piccola conferma di ‚idoneità‘ non possa che regalarvi ancora più entusiasmo… e, ovviamente, in bocca al lupo a John, adesso😉

  4. Eva sagt:

    Herzlichen Glückwunsch an Sandro und natürlich auch Dich, Sybille!

  5. Catia sagt:

    Tantissimi complimentoni a Sandro e ovviamente un enorme in bocca a lupo a John.
    Catia

  6. Sybille sagt:

    @ DANKE – GRAZIE – THANKS!!!

  7. Rosalba sagt:

    Complimenti a Sandro e a te Sybille.
    Mi piace il tuo atteggiamento, nessun esame può mai dire cosa sa esattamente fare un ragazzo e mai nessun numero potrà rappresentare la capacità umana. Credo che questa cosa dovrebbe essere capita anche nella scuola pubblica. I voti andrebbero aboliti. Io entro molto in crisi in questo periodo dell’anno. Dico ai miei alunni e alle famiglie che i voti non sono una valutazione della vita e vanno presi con molto beneficio d’inventario.

    Un abbraccio
    Rosalba

    • Sybille sagt:

      Grazie Rosalba. Sai, in fondo credo che molti insegnanti la pensano come te. Quelli che conoscono i bambini per davvero, che apprezzano la loro natura, le loro capacitá, la loro curiositá… che li accompagnano nel loro percorso di crescita. Purtroppo, le leggi e i regolamenti ecc. troppo spesso vengono fatti da persone che lavorano alle scrivanie, e non con i bambini, riducendo le cose a questioni burocratiche che alla fine con la vita reale c’entrano poco. Immagino come ti senti in questi momenti di pagelle e voti da definire, é brutto dover fare qualcosa che va contro le proprie convinzioni, sono sicura peró che i tuoi alunni e i loro genitori comprendano cosa intendi! E apprezzeranno moltissimo non solo il tuo lavoro ma anche la tua sinceritá. Tantissimi auguri di buon fine anno scolastico…

  8. melanele sagt:

    Evvai!!! Viva Sandro „medio“. E ora tifiamo per John…

  9. Vero al 100% sagt:

    Che bello! Tanti complimenti a Sandro e in bocca al lupo a John!
    Io, invece, sono sempre stata terrorizzata dagli esami (fino alla laurea!): mi viene il panico da palcoscenico!!

  10. Micha sagt:

    Herzlichen Glückwunsch Sandro!!!!

  11. d. sagt:

    Bravissimo Sandro! In bocca al lupo John!
    Ancora un poco e l’estate potrà trascorrere tra insetti e cuginette, senza più attese e preoccupazioni…

    Leggendo i tuoi post in questi giorni e quelli di altri homeschoolers alle prese con gli esami (o con l’attesa degli esami) mi chiedevo una cosa: secondo te, è una cosa che avrebbe un senso rendere questi esami più uniformi (cioè togliere quell’elemento di arbitrio personale che ci può mettere ogni commissione: nel vostro caso avete avuto buoni rapporti, ma sento che non sempre è così), oppure il fatto che possano essere almeno un po‘ personalizzati è utile al bambino (anche se a volte corre un rischio con le commissioni prevenute contro gli homeschoolers)?

    • Sybille sagt:

      Mumble mumble, domanda interessante… Credo comunque che sia piú giusto un esame un po‘ personalizzato, mi chiedo altrimenti che senso avrebbe ogni anno dover presentare un programma ad hoc, i rendiconti e la documentazione? Nel momento che ci sarebbero dei grandi problemi con la scuola di riferimento, siamo sempre liberi di cambiare scuola cioé di iscriverci in un’altra direzione scolastica che poi sará di riferimento per tutti i contatti e controlli (ricordo che la scelta della scuola é una scelta libera per tutti, anche per chi non va a scuola). Come ho giá scritto da un’altra parte, con la riforma della legge scolastica provinciale sono stati inseriti e rafforzati i criteri dell’apprendimento individuale e delle competenze, perció si valuta piú se il bambino é in grado di fare ricerche in modo autonomo, elaborare i contenuti e presentarli, anzicché la lista delle „cose da sapere a memoria“. (Anche se, sinceramente, seguendo da vicino alcune delle cose che fa a scuola mia nipote, ho il dubbio che la riforma non abbia ancora raggiunto tutti gli insegnanti, sob). Sarebbe interessante, su questa domanda, leggere la risposta di qualche insegnante.

  12. FlaviaP sagt:

    Congratulazioni Sandro!!! Sono felice che sia andato tutto bene🙂

  13. Good results! But, I do not totally understand what is happening. Is Sandro off to school per August or September 2010? If so, I wish him all the best. I have followed this blog not so long yet, but from what I have seen, you have created a lovely educational home and your sons will have tons of love for learning. Sandro will flourish wherever you plant him😉

    • Sybille sagt:

      No, no no no, no school for Sandro… In Italy homeschoolers must do an exam every year. We in South Tyrol are more „free“ and have to do exams not every year but in class 3-5-7 (in class 8 it’s the moment for statal exam like John is trying in about 2 weeks). This was Sandros first exam because the reglement was not clear until last year. We all are happy that it’s over now, so we can enjoy our homeschooling much better.🙂 Do you have to do exams in Belgium?

      • Sarah Fontó sagt:

        that’s very interesting, I get a lot of people asking me about unschooling, but certainly in my area I don’t think it is possible, certainly not the „radical unschooling“ that seems popular with the British and the Americans (where reading\writing\basic maths are only learned if and when the child asks to be taught).

        Do you think expat unschoolers would find Sud Tyrol to be a good place to settle in order to obtain the education they want for their children without having problems with the school district ?

        I don’t unschool as such, but I find my school district very restrictive, what are house prices like in your area ( :

      • Sybille sagt:

        Well, I don’t want to say it too loud but I think some things are better in South Tyrol then in the rest of Italy. My friend Ilse just does Unschooling (read here). Some weeks ago she told me the children now want to learn with a more structured method, so now they are homeschooling in a more traditional way – it’s what you mean when you say „if and when the child asks to be taught“. Now that is not every school district’s happiness, of course. She told me she went a lot of times to explain the school district her method, this now is the result of a good dialogue in a few years. Her children had to do the exam this year but she told the school district they need another year to be ready for exam. It’s alright. That’s nice. I think it can be the same in other italian places and depends a lot of how good the school district knows about homeschooling or other methods like Waldorf and Montessori.
        This example doesn’t mean that things are going always that nice way in S.T., it always depends from who is the one to speak to. In S. T. many (cultural and political9 work has been made from the two Free Montessori Schools (here and here) in the last 10 years. They go with the homeschooling-reglements (scuola parentale). So School districts and directors, after years and years of discussion, understood and learned that not only traditional school’s way is a way to learn, and they are more open to other ways.
        About expat unschoolers: One of the special things of S.T. is bilingualism, we have to learn Germand and Italian (the German speaking tyrolean families like our learns Italian as L2, the Italian children learn German as L2). This could – must not, but could – be a little problem, it depends. In S.T. you must decide if you are registered by the German School District or the Italian. I have to say that all south-tyrolean homeschooling families I know are German speaking, I don’t know if there are some italian.
        Oh, house prices seems high to me. A 90 mq can be on 200.000 Euro. You can take a look for prices here.

  14. Oh! I see. Well, that is even better! Bravo for Sandro and big bravo for you.

    In Belgium home education is legal. You get inspection by the Ministry of Education. They want to see proof you are actually home schooling and providing education. They wouldn’t like to see kids at home being neglected or in a form of child-labour.
    In the Netherlands it is harder to home school (more legal obstacles), but still possible and there isn’t any inspection.

    Although I would be sure Sandro would do well in school, I am very glad -in an egoistical sense- you continue to home school and inspire your blog readers!🙂

    • Sybille sagt:

      He-he🙂🙂🙂
      You wouldn’t believe, but the math-teacher from the exam commission asked for two-three times last week and yesterday to Sandro if he would not TRY to go at middle-school in September, because it’s surely fun and he would have a good time. He said (he told us later): Hm, maybe, will see.
      He said to us he knows she couldn’t understand homeschooling, it’s only understandable for the people who live it…
      I also think he would not have big problems at school, but what I say is: He likes Homeschooling. We like Homeschooling. And so we will go on with Homeschooling.
      It’s just strange to think that John at September will go to school (IF he passes his exam, I think it’s 50 % yes and 50 % no). Destiny will decide…😉

      • Indeed, home schooling is a life style.
        What about John? He must go to school if he fails? Or if he passes the exam?

      • Sybille sagt:

        If he doesn’t pass the exam, he CAN go to school but he also CAN homeschool and try the exam next year in June again, no problem. (He just told us he will homeschool again if he doesn’t pass the exam)
        If he pass, he has to go to school – next level – , yes, and his homeschooling ends. After middle-school the next level is one of the many kinds of schools. He just choosed this one.

  15. What a mixed feelings will that exam cause. Anyway, I wish John all the best and the best possible outcome for him. And you.

  16. Sarah Fontó sagt:

    Sybille, mi sono venuto un dubbio.

    come si definire „fail“.

    Devono ottenere almeno un 6 in tutti la materia per passare a il prossimo anno scolastico, o devono avere un „media“ di 6, per dire, il voto di tutti la materia è usato per ottenere un „voto globale“, anche se in alcuni materia il voto era sotto 6.

    Mie studente a scuola hanno provato di speigiare mi il system di „debito“, ma onestamente non ho mai veramente capito come si funziona, o se è rilavante per noi.

    • Sybille sagt:

      Ciao Sarah, davvero non ne ho idea… Nemmeno mi era venuto in mente di chiedere. Se qualcuno di quelli che leggono qui lo sa, ci faccia sapere!

  17. Francesca sagt:

    Che bello Sybille, sono così contenta per Sandro!!! Fagli tantissimi complimenti da parte mia!
    Sono giorni ormai che non navigo nei blog che amo e me ne dispiace, ma sono tanto in difficoltà in questo periodo e tanto triste. Avrei bisogno di un po‘ di gioia e di felicità e questa notizia, anche se per pochi secondi, mi rende felice.
    Dai un bacio a Sandro.
    Un abbraccio
    Francesca

    • Sybille sagt:

      Grazie…
      un abbraccio anche a te, ogni tanto mi capita di pensarti durante la giornata (come ti avevo scritto, ti mando tanti pensieri positivi). Anche questo periodo difficile passerá, ricordati che sei circondata da tante persone che ti vogliono bene e, ognuno a modo suo, cerca di incoraggiarti e sostenerti. Fra poco inizieranno le vacanze di scuola e magari avrai anche piú tempo per goderti i tuoi bimbi, vedrai che anche questo stare-insieme aiuta molto a superare momenti difficile. Ogni sorriso di un bambino é capace di accendere una luce di fiducia e speranza nei nostri cuori.

  18. […] Samstag gab es eine Überraschung. Wir erhielten Sandros Zeugnis über den Abschluss der Eignungsprüfung. Il sabato ci ha portato una sorpresa. Sandro ha ricevuto la sua pagella, l’attestato sul […]

Schreibe einen Kommentar

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s

%d Bloggern gefällt das: