Our Tick, Tick, Tick…

2007

Beim Lesen dieses Artikels von Harmony Art Mom ist mir aufgefallen, wie sehr auch ich das Tick, Tick, Tick in diesem Jahr spüre.
Natürlich kann ich nicht wie sie auf viele Jahre, nur auf die letzten zwei, unseres Homeschooling zurückblicken. Jedes Mal war etwas Besonderes dabei: am Anfang war alles neu, weil es eben das erste Jahr war. Im zweiten Jahr wussten wir, dass die Prüfungen vor uns lagen.
Diesmal, in unserem dritten Jahr, wird wieder „alles anders“, weil unsere Schulklasse sich zur Hälfte reduziert. Ja, nur noch wenige Wochen trennen John (und damit die ganze Familie) vom Neueinstieg in einen total anderen Alltag. Am 13. September beginnt die Schule.
Und während Sandros Mutter weiterhin 100 % Homeschooling Mum bleibt und jeden Tag neue Lern-Ideen mit und für Sandro in das kleine rote Heft notiert, verwandelt sich Johns Mutter in eine richtige Schulkindmutter mit Schulkindgedanken. Die ersten Symptome: sie hat den Kleiderschrank neu einteilt (in die Teile: Kleidung für die Schule und Kleidung für die Freizeit), sie räumt Regale für Schulbücher und -hefte frei und sie hat Johns Zahnarzttermin auf einen Tag festgelegt, an dem er nicht nachmittags Unterricht hat.

Ja, ich freue mich auch auf die neue Zeit.
Ich freue mich für John, der neue Dinge kennenlernen wird, neue Freundschaften knüpfen, ein Stück weiter wachsen wird und einfach, wie Harmony Art Mum sagt, „would soon step out the door into the bigger world after homeschooling„. Ich freue mich auch für Sandro, der ja noch nie in den Genuss des Einzelkind-Gefühls gekommen ist, nun wird er dies von Montag bis Freitag täglich von 7 bis 17 Uhr ausprobieren können. Wir beide werden uns unseren ganz persönlichen gemeinsamen Tagesrhythmus organisieren können und auf eine bestimmte Weise noch mehr Raum und Zeit dafür zur Verfügung haben.

Im Hinblick auf diese Veränderungen werden wir die gemeinsame Zeit bis dahin noch besonders genießen. Endlich hat auch Mr K seinen langersehnten Urlaub angetreten. Richtige Ferienstimmung stellt sich ein. Tick, Tick, Tick…


Ho appena letto questo articolo di Harmony Art Mom. E mi sono resa conto quanto anch’io senta il Tick, Tick, Tick quest’anno.
Ovviamente non lo posso paragonare alla sua esperienza, il nostro homeschooling ha solo due anni. In fondo ogni volta c’é stato un qualcosa di particolare: Il primo anno perché appunto era il primo. Il secondo perché sapevamo che ci sarebbero stati gli esami. Questa volta, il nostro terzo anno, il cambiamento piú grande é quello che rimane solo metá classe, visto che John il 13 settembre inizierá a frequentare la scuola.

E cosí, mentre la mamma di Sandro continua ad essere una homeschooling mom al 100 %, annotando ogni giorno spunti e idee didattiche nel suo libretto rosso per ricordarseli piú avanti e individuando temi e materiali interessanti per un undicenne, la mamma di John si sta trasformando in una vera mamma-di-un-ragazzo-che-frequenta-la-scuola. I primi sintomi: sta riordinando l’armadio dell’abbigliamento mettendo da una parte i „vestiti per la scuola“ e dall’altra quelli per il tempo libero – oh, sono anni che non usiamo questa parola… -, organizza nuovi spazi per libri e quaderni di scuola e si é pure ricordata di fissare il prossimo appuntamento di John dal dentista per un giorno dove lui non ha lezione di pomeriggio.

Se me lo chiedete: Sí, sono contenta di questo cambiamento.
Sono contenta per John che fará nuove esperienze, nuove amicizie, avrá nuove occasioni per crescere e per conoscere altri pezzi del mondo mondo e della societá; come dice Harmony Art Mom: „would soon step out the door into the bigger world after homeschooling„.
E sono contenta per Sandro che finora non ha mai potuto provare come ci si sente da figlio unico, fra qualche settimana potrá godersi questa particolaritá da lunedí a venerdí dalle 7 alle 17. Insieme, noi due soli, potremo riorganizzare ancora diversamente la nostra giornata, in un certo senso avremo piú spazio e piú tempo a disposizione.

In previsione di tutti questi cambiamenti, ovviamente queste settimane di vacanze ce li godremo in modo particolare. Anche perché finalmente Mr K é in ferie. Insomma, adesso largo al holiday-feeling!

Anche per voi novitá e cambiamenti con l’inizio dell’anno scolastico? Siete giá un po‘ emozionate, come lo sono io?🙂

6 Antworten zu Our Tick, Tick, Tick…

  1. Anna sagt:

    Cara sybille, scrivo qui cosi‘ sono certa che leggerai il commento.
    Ti riporto il paragrafo cosi‘ com’è scritto sul libro.

    Ameno che tu non intenda il molare del giudizio, quello a cui ti riferisci è il secondo molare in alto a sinistra.

    Allora🙂 :

    I secondi molari compaiono verso i dodici anni, e riflettono il rapporto dell’individuo con l'“altro“, ossia il suo modo di proiettarsi sull’altro r il riflesso che l’altro gli rimanda( la reazione dell’altro rispetto a me).
    (…)
    Il secondo molare superiore sinistro rappresenta ancora il rapporto con l’altro, ma sul piano affettivo: rappresenta dunque la maggiore o minore armonia delle relazioni interiori con l’altro.
    Quando in una relazione amichevole o affettiva si resta delusi dall’atteggiamento altrui rispetto alle nostre aspettative, tale conflitto puo‘ tradursi in un disturbo al molare.
    Se, per esempio, il marito si mette in testa di comprarsi un monolocale per conto suo, senza tener conto del parere di sua moglie, quest’ultima puo‘ essere disturbata da tale atteggiamento(…)

    Ti auguro buona domenica, anzi, vi auguro ;-)…

    • Sybille sagt:

      Interessante! A dire il vero, negli ultimi tempi stavo giusto riflettendo su alcuni rapporti di amicizia un po‘ consumati diciamo e mi stavo chiedendo se era meglio, in qualche senso, archiviarle, come per fare ordine nella testa e nel cuore (non nel senso di chiudere il contatto ma di dargli un altro posto, un’altra importanza). Dopotutto con il tempo si cambia, e anche le altre persone cambiano, e non sempre é possibile continuare ad andare nella stessa direzione provando il stesso piacere. Chissá se non é questo tipo di pensieri che ha dato il via alla morte del dente proprio in questo periodo… mumble mumble…

  2. Sarah Fontó sagt:

    Change is hard.

    Mi sembra sempre, anche quando è benvenuto.

    Cosi un big, fat hug, per una mamma in mezzo di proprio quello.

    Per me…il cambio principale è di lasciare in dietro la „angoscia“.

    Con un anno di esperienza adesso ho un concreto idea di tutto che prima era sconosciuto è colorato di un rapporto con una storia di conflitto.

    Sembra un cambiamento felice e facile. Ma non ho dormito bene da quando l’esame sono non più un fonte di stress. Sto chiedendo a mi stesso quanto ho usato l’energia negativo dell’anno scorso di guidarmi avanti e cosa faccio senza.

    Un parta di me sta saltando in gioia della liberazione di vivere, insegnare, circondato di motivazione solo positivo, mentre una parta ha paura che senza di quello paura, negatività, perderò qualcosa utile per una disordinata, „mente di farfalla“ persona come me.

    Spero che una volta che torna a dormire bene sarò meno tirato. Pio essere solo il accumulo di stanchezza che sta facendo un distorsione da mio mode di sentire e pensare.

    Ho anticipato un “relax” subito dopo l’esame, ma invece non sembra possibile di cambiare marcia.

    Auguri a tutti e tre per l’anno (scolastico) prossimo, spero che il terzo anno sara il piu bello fin ora. ( :

    • Sybille sagt:

      Thank you Sarah… Sí hai ragione, il cambiamento mette sempre un po‘ di emozione, di nervosismo, anche quando é positivo. Lo sai che anch’io dopo gli esami ho fatto fatica a rendermi conto che la cosa davvero era conclusa?!
      Probabilmente i cambiamento hanno sempre anche bisogno di tempo, forse di piú tempo di quello che ci piacerebbe.
      Auguro un buon nuovo inizio anche a voi!

  3. Micha sagt:

    Da liegt ja wirklich eine große Umstellung vor euch, aber ich bin sicher dass ihr euch gut in die neue Situation einfinden werdet. Für alle wird es neue Erfahrungen geben. Freut euch!

  4. Annarita sagt:

    ehi, ma il piccolo di casa ti assomiglia sempre di più!🙂
    buon anno scolastico in home e fuori home!

Schreibe einen Kommentar

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s

%d Bloggern gefällt das: